Presentazione

i

 

V. Irolli (1860-1949)  – La lettera

 

Sono poche le persone che pensano: tutte però vogliono giudicare

                        (Federico di Prussia)

 

 

 

    Come già è successo in passato per la letteratura giuridica cartacea,
anche nella realtà  virtuale  si assiste ad una proliferazione di siti giuridici,
che oltre  a dimostrare il crescente interesse di tutti  per il diritto e gli aspetti legali
della vita collettiva, costitusce un indubbio beneficio per il pluralismo culturale.
 
I minimi costi della comunicazione telematica e della distribuzione dell’informazione elettronica,
di contro agli altissimi, e spesso esosi, costi delle pubblicazioni cartacee
e della distribuzione editoriale tradizionale, agevolano tutto ciò.
 
Ma soprattutto gioca a favore delle nuove forme di comunicazione elettronica
la consapevolezza di poter dialogare direttamente e continuamente con gli altri,
senza soffrire  i  limiti economici ,  ma  soprattutto “culturali “, degli apparati editoriali tradizionali,
e senza dover essere condizionati, nelle forme e nei contenuti,  dalle logiche,
a volte perdenti, altre volte non al passo con i tempi, degli editori tradizionali,
che finiscono  troppo spesso con il penalizzare o svuotare del tutto,
in nome di opinabili ragioni di mercato, il contenuto culturale.
 
L’impegno di un Sito è gravosissimo e paragonabile a quello di una Rivista cartacea
 poichè si rischia di essere travolti dal le esigenze di aggiornamento e  arricchimento
dei contenuti dell’opera, per la quale, sin dall’inizio,
l’autore assume un obbligo morale verso il pubblico, 
giudice  esigente e severo.
 
   Purtuttavia la volontà di interscambio culturale ha finito con il prevalere,
spingendoci ad intraprendere tale iniziativa, senza alcuna finalità di lucro,
come dimostra la libera consultabilità di questo Sito.
 
Trani Ius va a collocarsi fra molti altri , e pregevoli , siti preesistenti,
ma speriamo che possa ritagliarsi un proprio autonomo, per quanto piccolo, s
pazio culturale nella grande Rete,
e sia in grado di offrire a chi  vorrà accedervi contenuti interessanti.
 
Pur ispirandoci al nome di Trani, che vanta antichissime tradizioni,
e non soltanto sul piano della cultura giuridica,
l’iniziativa non vuole delimitarsi territorialmente,
com’è naturale in una dimensione telematica, globale per definizione.
 
Per attenuare la monotonia delle tematiche,
ma anche per aprire spiragli verso diversi, ed altrettanto meritevoli, orizzonti culturali,
si è scelto di inserire nelle pagine del Sito riproduzioni di opere pittoriche
dell’ottocento italiano,  in particolare  meridionale,
che costituiscono  pregevolissime testimonianze dell’arte italiana, ed appaiono certamente
in grado di competere con i più celebrati  maestri stranieri della stessa epoca.
 
 
 
 
* * * * * * * * *
 
—– Informazioni sul copyright —–
 
Il Sito nel suo complesso e nelle singole parti, in quanto banca-dati, è tutelato ai sensi
della normativa comunitaria e nazionale sul diritto d’autore e sulle banche-dati,
e quindi non può essere duplicato né riutilizzato in parte o in tutto,
né nella sua struttura, né nell’organizzazione dei contenuti, 
in altri Siti o in altre banche-dati di qualsiasi tipo.
 
Per quanto concerne i singoli contenuti del Sito,
sia le fonti normative che i provvedimenti giurisprudenziali
nonché gli altri atti emessi da autorità pubbliche,  proprio in quanto atti pubblici,
sono, singolarmente considerati, liberamente utilizzabili da chiunque, 
e nessuna pretesa di esclusiva  potendo essere vantata da alcuno
in ordine alla loro pubblicazione e diffusione.
 
Cortesia e correttezza dovrebbero comunque suggerire,
a chiunque voglia riutilizzare altrove singoli materiali,
di citare la fonte da cui sono stati tratti.
 
I contributi di dottrina contenuti in questo Sito  sono tutelati dal diritto di autore, a beneficio dei loro autori,
che ne hanno la disponibilità e che ne hanno consentito la pubblicazione su Trani Ius;
e quindi ne è  vietata la riproduzione integrale o parziale per qualsiasi ulteriore diffusione
ove non sia stata espressamente autorizzata.
 
E’ sempre consentita la citazione parziale purché se ne indichi la fonte.
 
Le opinioni espresse negli studi contenuti in questo Sito impegnano soltanto gli Autori.
 
A tutela della privacy degli interessati,
in tutte le decisioni giurisprudenziali
saranno omesse le generalità delle parti coinvolte
nella vicenda processuale, e di quegli altri soggetti
la cui esatta indicazione potrebbe rendere riconoscibili all’esterno
i protagonisti delle vicende giudiziarie richiamate.
 
    La visibilità assicurata dal mezzo telematico, infatti,
è potenzialmente ben più ampia di quella offerta dai media cartacei
e potrebbe arrecare pregiudizio
ai protagonisti delle vicende esaminate dalla giurisprudenza.
 
    D’altro lato, ciò che interessa in questo sito sono le problematiche giuridiche
e non le vicende personali  che in esse si riflettono.
 
Pur assicurando la massima attenzione nell’inserimento dei dati,
per gli inevitabili imprevisti connessi all’uso delle tecnologie informatiche
non si risponde di eventuali errori od omissioni contenuti 
nei documenti offerti in questo Sito, inclusi i provvedimenti normativi,

  che non hanno carattere di ufficialità.          

——————